Yoga e medicina tradizionale cinese:

Quali benefici apporta la conoscenza della medicina tradizionale cinese nella pratica yoga?

Lo Yoga della tradizione antica indiana

 nasce come percorso di evoluzione spirituale, ogni pratica ha come fine il superamento del limite dell’esistenza umana, portando l’uomo ad entrare in comunione perfetta con una forza divina o semplicemente universale. Nella visione antica ogni sofferenza dell’essere umano è generata dal senso di separazione che si ha con la propria parte divina, o anima, ogni male è riportato alla separazione che si vive tra sé e il mondo esterno. Quindi, ogni pratica yoga secondo le finalità originali e antiche della tradizione, che sia fisica o mentale, è centrata per realizzare questo scopo: raggiungere l’illuminazione, la conoscenza totale del senso dell’esistenza.

 

Per raggiungere questo scopo è necessario un corpo in buona salute e un alto livello di energia vitale, 

da qui si sono perfezionate tutte le tecniche di asana (posture del corpo), pranayama (sviluppo e controllo delle energie vitali tramite il respiro), e tecniche di concentrazione e meditazione (per lo sviluppo dei poteri mentali).

 

 Le pratiche fisiche sono dirette a sviluppare forza fisico-energetica, stimolare gli organi interni per mantenere il corpo in buona salute e accrescere un’energia esterna di forza e protezione strutturale del corpo.

Le pratiche di Shatkarma si concentrano sull’aspetto igienico interno ed esterno.

Le pratiche di pranayama, per quanto accrescano l’energia vitale, sono state perfezionate con il fine di avere un controllo energetico  diretto alla dimensione mentale per favorire i processi meditativi.

L’aspetto energetico dello yoga, dunque, tiene in considerazione i percorsi energetici principali che attraversano il corpo, concentrandosi sui tre canali energetici che considera fondamentali per il raggiungimento dei propri obiettivi, ossia le nadi che scorrono lungo la colonna vertebrale e associando a questi canali i centri psichici di energia conosciuti con il nome di chakra.

Il termine indiano “nadi” è riferito ai canali energetici che attraversano il corpo distribuendo in modo equilibrato l’energia vitale, il suo sinonimo in medicina tradizionale cinese è “meridiano”.

Quindi i meridiani energetici e le nadi sono solo due sinonimi che si riferiscono ai canali di distribuzione dell’energia vitale nel corpo.

Qual è la differenza con la medicina tradizionale cinese?

La prima differenza sta nella considerazione che la medicina tradizionale cinese ha in merito ai canali energetici che attraversano il corpo, occupandosi dell’aspetto salutistico in modo più definito e non curando solo l’aspetto mentale e spirituale.

Attraverso la conoscenza della mappatura dei meridiani energetici che la medicina tradizionale cinese ci offre, è possibile approfondire l’aspetto terapeutico delle pratiche yoga.

Gli asana non avranno quindi solo una funzione fisica o energetica generale correlata allo stimolo dei chakra o ad una sola funzione fisiologica correlata agli. organi interni o alla struttura muscolo scheletrica, ma possono essere utilizzati per un più specifico stimolo energetico dei canali (meridiani) connessi a tutte le funzioni vitali.

Ciò che l’agopuntura, lo shatsu e tutte le tecniche cinesi e giapponesi offrono per un utilizzo terapeutico dell’aspetto energetico, si possono integrare perfettamente con le conoscenze dello yoga indiano integrando e perfezionando l’aspetto terapeutico di cura, prevenzione e mantenimento di un corretto stato di salute, fisica, emozionale e mentale.

 

Un secondo aspetto importante della medicina tradizionale cinese è la conoscenza racchiusa nella teoria dei cinque elementi.  Attraverso questo studio e con l’integrazione delle tecniche yoga, avremo nuovi strumenti per agire sull’aspetto emotivo e mentale, comprendendo come ogni emozione può essere associata ad una qualità energetica e come questa può essere influenzata dall’ambiente esterno.

Da qui il terzo punto importante che la medicina tradizionale cinese offre, ossia la conoscenza dell’interazione energetica tra ambiente esterno e interno dell’essere umano.

Quanto influiscono le stagioni sul nostro piano energetico e di conseguenza sul piano fisico, emotivo e mentale?

Il Master in Yoga terapia offre un approccio integrato della conoscenza dello yoga e della medicina cinese,

affrontando anche le basi per una conoscenza psichica ed energetica della mente e della relazione corpo-mente. Alla fine del corso si possiederanno tutte le conoscenze per ampliare le possibilità di intervento tramite le tecniche yoga per la creazione di percorsi pratici con finalità energetiche ben specifiche atte a sostenere e coadiuvare un riequilibrio psicofisico, energetico e mentale; e a programmare anche semplici pratiche che possono accompagnare i praticanti yoga nella quotidianità, per mantenere in perfetto equilibrio la salute fisica, energetica, emozionale e mentale.

 

Con il nostro Master in Yoga Terapia sarai in grado di:

 

  1. Realizzare sequenze di pratiche yoga con obiettivi specifici che possano essere coadiuvanti ad una necessità fisico-energetica con finalità terapeutica.
  2. Utilizzare le tecniche yoga integrate alla medicina tradizionale cinese per la programmazione a lungo termine delle pratiche personali o da proporre a gruppi, con finalità specifiche connesse all’importanza dell’aspetto energetico e che possano prevedere l’interazione e l’adattamento all’ambiente esterno (stagione, clima, alimentazione, abitudini)
  3. Conoscere i disturbi e sintomi fisici più comuni e ad associarli al corretto piano energetico per poter intervenire in modo equilibrato con le adeguate tecniche yoga.
  4. Valutare l’aspetto emozionale ed energetico per realizzare i corretti percorsi di pratiche energetiche e mentali da integrare alle pratiche fisiche.
  5. Comprendere come agire e sviluppare il principio di prevenzione per una sana ed equilibrata vita quotidiana attraverso la pratica dello yoga.
  6. Conoscere i principali aspetti psicosomatici correlati ai disturbi fisici. Ampliare la visione dell’essere umano e scoprire come corpo e mente siano connessi e come s’influenzino reciprocamente, da dove originano spesso disturbi fisici e come intervenire con le corrette tecniche yoga sull’aspetto fisico, energetico, emozionale e mentale.
  7. Integrare la conoscenza anatomica e medica con esperti del settore.
  8. Sviluppare e mantenere un perfetto equilibrio fisico, energetico, emozionale e mentale per una sana, felice e lunga vita.

Segui il nostro Master in Yoga Terapia:

Master in Yoga Terapia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *